19 Agosto 2020
COVID 19: SIGLATA CONVENZIONE ULSS E AGRICOLTORI

Al via un piano di monitoraggio per la sicurezza nei campi e non solo

Considerata l’attuale situazione epidemiologica è stata siglata oggi (18 agosto) una convenzione tra l’azienda sanitaria Ulss 5 Polesana e le associazioni del mondo agricolo per il monitoraggio e per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli abitanti del territorio. L’idea è partita da Coldiretti Rovigo ed è stata da subito accettata dall’azienda sanitaria locale ed estesa alle altre associazioni di categoria agricole. Si è tenuta stamattina la conferenza stampa di presentazione dell’accordo convenzione all’ospedale di Rovigo; ospiti del direttore generale Antonio Compostella c’erano le associazioni di categoria con i rispettivi presidenti per la firma dell’accordo; per la nostra Associazione Polesana Coldiretti Rovigo c’era il presidente Carlo Salvan.

“Il mondo agricolo si avvale di lavoratori stagionali che vengono dall'estero – ha affermato il direttore Compostella - soprattutto dalla Romania. Fino a ora le singole aziende ci indicavano le persone che arrivavano, ma era un meccanismo macchinoso. Invece, ora, con questo accordo le associazioni di categoria, su delega delle aziende agricole socie, si impegnano a darci l'elenco dei lavoratori che arrivano e noi faremo il tampone a tutti, che poi ripeteremo dopo 10 giorni e poi con cadenza mensile per quelli che restano per qualche mese”. “Questo protocollo non tratta solo la sicurezza dei lavoratori – ha aggiunto il presidente Salvan - ma anche di tutto quello che ruota attorno nella loro interazione con il resto del territorio. Si tratta di una convenzione tra il mondo agricolo e la nostra azienda sanitaria per permetterci di lavorare in completa sicurezza e per arginare e scongiurare il propagarsi del virus. Un particolare ringraziamento all’Ulss 5 per la disponibilitò e sensibilità dimostrati; in tempi celeri è stato possibile firmare questo accordo che riteniamo molto utile per le nostre aziende”.

Come funzionerà? Il monitoraggio mediante tamponi sarà a carico dell’Ulss 5 la quale si rende disponibile a predisporre eventuali unità mobili di campionamento per l’esecuzione e raccolta dei tamponi da effettuare in località e condizioni che saranno concordate con le associazioni. Le associazioni si impegneranno su delega volontaria delle aziende interessate, fatti salvi gli obblighi di legge, a raccogliere e a comunicare in tempo reale i nominativi dei lavoratori stranieri giunti nella azienda Ulss 5 per i lavori agricoli stagionali, specificando per ciascuno dati anagrafici, nazionalità, provenienza, data di arrivo in Veneto e tempo di permanenza previsto, domicilio dell’eventuale isolamento, telefono. L’Ulss si impegna a prendere in carico i lavoratori per la sorveglianza attiva prevista dalle normative e circolari vigenti e a offrire a ogni lavoratore un primo tampone rinofaringeo per la ricerca di Sars-Covid dopo 48/76 ore dall’arrivo in Veneto. L’Ulss si impegna a offrire un tampone di controllo ogni 30 giorni durante il periodo di permanenza nell’ambito territoriale dell’azienda sanitaria stessa a ogni lavoratore.

Campagna Amica

Campagna Amica

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale Coldiretti Veneto Formazione

Portale e-Learning Coldiretti Veneto

Portale Coldiretti Veneto e-Learning